Show simple item record

dc.rights.licenseCC-BY-NC-ND
dc.contributor.advisorCascio, G.
dc.contributor.authorCate, Johanna ten
dc.date.accessioned2008-11-12T09:15:41Z
dc.date.available2008-11-12T09:15:41Z
dc.date.issued2008
dc.identifier.urihttps://studenttheses.uu.nl/handle/20.500.12932/1543
dc.description.abstractPer questa tesi ho deciso di tradurre alcuni capitoli del romanzo Più forte di me di Rossana Campo. Rossana Campo è una degli scrittori italiani più progressivi e iconici e viene inquadrata nella corrente dei cosiddetti "cannibali", giovani scrittori che hanno scelto di percorrere un’altra strada per quanto riguarda la letteratura. In Olanda sono uscite soltanto due traduzioni dei suoi romanzi: Pavarotti, Giovanna en ik e De Amerikaanse acteur. Una delle caratteristiche dei romanzi di Rossana Campo è che essi sono scritti nella “lingua parlata”, mi sembrava interessante analizzare Più forte di me per vedere quali problemi questo modo di scrivere porrebbe per un traduttore. A causa delle differenze tra lingue, spesso è difficile (se non impossibile) conservare tanto il senso esatto quanto lo stile della scrittura (il ritmo, il registro, il suono, la metrica) e quindi il traduttore si trova costretto ad operare scelte che cambiano in funzione la natura del testo stesso e degli scopi che la traduzione si prefigge. Nel caso ideale un traduttore sceglie quelle strategie traduttive nella lingua d’arrivo che la madrelingua utilizzerebbe nella stessa situazione comunicativa. Però non sempre una parola nella lingua di partenza può essere sostituita con una parola nella lingua d’arrivo (per esempio i realia), la scelta dell’unità traduttiva corretta è quindi una delle tecniche che si apprende operando. I romanzi di Rossana Campo riflettono i suoi spostamenti linguistici e tematici interno al canone letterario. Dal punto di vista linguistico le espressioni usate sono quasi “slang” e non-letterarie. La mancanza della punteggiatura fa vedere che sta revisionando lo standard letterario, sbilanciandolo. Così nasce un nuovo tipo di linguaggio, con la struttura della lingua italiana, ma con elementi in più che sottolineano l’individualità dello scrittore. La Campo sperimenta soprattutto con la lingua, con lo scopo di raggiungere uno stile che rappresenta il linguaggio parlato.
dc.description.sponsorshipUtrecht University
dc.language.isoit
dc.titleLa scrittura particolare di Rossana Campo: tradurre il linguaggio parlato
dc.type.contentMaster Thesis
dc.rights.accessrightsOpen Access
dc.subject.courseuuItaliaanse taal en cultuur: Vertalen


Files in this item

Thumbnail
Thumbnail

This item appears in the following Collection(s)

Show simple item record